Home » Itinerari » Storia e cultura » Terra della Civiltà Etrusco-Romana

Terra della Civiltà Etrusco-Romana

Terra della Civiltà Etrusco-Romana

L’armoniosa convivenza delle verdi colline tipiche dell’ambiente umbro-toscano, con il suggestivo panorama del lago e con le antiche cittadine ricche di storia, arte e cultura, fanno di questo territorio un luogo di particolare fascino. Grandi civiltà ed illustri personaggi hanno animato questa terra e i suoi borghi.

 

Partendo dalla città di Chiusi, a sud ovest del Trasimeno ci si imbatte nella civiltà etrusca, che dal X al VIII secolo a.C. si insediò nel centro Italia. Verso la fine del V sec. a.C, regnò qui il re etrusco Porsenna, noto per l´assedio con cui cinse la già potente città di Roma. Molti reperti etrusco-romani sono raccolti nel museo archeologico cittadino. E´ anche possibile visitare il suggestivo Labirinto di Porsenna. Nel ripartire alla volta del Trasimeno, sulle tracce della civiltà preromana, si risale a nord fino a Perugia, una delle prime città della dodecapoli etrusca. I resti monumentali sono presenti in più parti della cinta muraria. Di straordinario fascino sono l´Arco Etrusco, la Porta Marzia e il Pozzo Etrusco. Fuori dalla città è poi visitabile l’Ipogeo dei Volumni, a Ponte San Giovanni, la più vasta ed importante delle necropoli extraurbane di Perugia.

Da Perugia si torna verso il Trasimeno alla volta di Corciano, Magione, Passignano e Tuoro. Sulle colline attorno al lago gli Etruschi marcarono un´importante presenza, testimoniata dal ritrovamento di molti reperti associabili a santuari e luoghi di culto: una considerevole raccolta è custodita nei musei archeologici di Perugia e Corciano. Il Trasimeno per gli Etruschi è luogo di cerniera tra le grandi dodecapoli di Cortona, Perugia e Chiusi, ed è caratterizzato da insediamenti sparsi di cui rimane una testimonianza nelle urne cinerarie, nei casolari di campagna e in alcune chiese con tutta probabilità sorte direttamente nei pressi dei santuari etruschi, come ad esempio Santa Maria di Ancaelle a Sant´Arcangelo di Magione. L´area pianeggiante e fertile attorno a Castiglione del Lago è il luogo dei maggiori ritrovamenti.

E´ con i Romani però che il Trasimeno, con un´agricoltura fiorente e la ricchezza prodotta dal lago non solo con la pesca, diventa territorio di grande interesse economico e militare. In questo periodo a Passignano vengono erette torri d’osservazione (nucleo originario del castello di Monte Ruffiano), fortificazioni e ville residenziali, come testimoniamo i resti di una villa rustica romana,   recentemente riportati alla luce in località Quarantaia. Ed è a Tuoro, nel punto più a nord del lago, che la storia di Roma ebbe una delle sue tappe cruciali, con “La Battaglia del Trasimeno”: una delle più straordinarie vittorie ottenute dall´esercito cartaginese guidato da Annibale durante la calata in Italia nella II Guerra Punica.

In breve

  • Grado di difficoltà:

Mappa